KA1 MAD FOR CULTURE

MAD for Culture è stato un progetto rivolto ai giovani che ha riunito per cinque giorni persone provenienti da diversi paesi europei in una serie di attività sul patrimonio culturale e sulle tradizioni, al fine di migliorare la cittadinanza europea, la partecipazione dei giovani e l’unità transnazionale. L’obiettivo principale di questo KA1 è stato quello di approfondire la conoscenza del patrimonio culturale europeo, cercando di comprendere le differenze ed, al tempo stesso, le origini comuni dei diversi paesi dell’Unione Europea, concentrandosi sull’interrelazione esistente tra le diverse tradizioni europee che ha reso quest’area una tra le più culturalmente eterogenee e ricche al mondo.

Le principali attività del progetto“MAD for Culture  hanno fornito ai partecipanti l’opportunità di conoscere l’importanza del patrimonio culturale attraverso l’approfondimento di espressioni culturali tangibili (come monumenti, paesaggi e opere d’arte) ed immateriali (come il folklore, le tradizioni, la lingua e la conoscenza). I partecipanti hanno avuto la possibilità di riflettere e discutere sull’argomento e di esplorare le diverse culture attraverso le arti, utilizzate come strumento di condivisione delle tradizioni. Le attività erano rivolte ai giovani per apprezzare la ricchezza del loro ambiente culturale e per sviluppare in loro la consapevolezza dell’ampio patrimonio locale, nazionale ed internazionale.

Il progetto si è svolto a Madrid, in Spagna, ed è stato finanziato dall’Agenzia nazionale spagnola del programma Erasmus+ e ha riunito 42 giovani provenienti da 7 diversi Paesi: Spagna, Olanda, Italia, Portogallo, Grecia, Polonia e Francia, di età compresa tra i 16 e i 30 anni.

 

Partners:

 

Spagna – MAD for Europe – http://www.madforeurope.org

Italia – ETV EuroTreviso – https://www.etveurotreviso.eu

Portogallo – AE Benavente – http://www.aebenavente.pt/

Grecia – Hellenic Youth Participation – www.hellenicyouthparticipation.com

Olanda – ILA, Your Partner in the Netherlands – http://www.ilabour.eu/

Francia – Association Enosis – http://associationenosis.wixsite.com/enosis

Polonia – Zespól Szkól Zawodowych nr 1im. Komisji Edukacji Narodowej – http://www.zsz1.edu.pl/

 

TARGET GROUP: Giovani tra i 16 e i 30 anni.

 

Activities:

 

ENERGIZERS

eb5377ec-d8c3-431a-9c49-536fc57eeeacAbbiamo iniziato con alcuni giochi di presentazione in modo che i partecipanti si conoscessero. Alcuni dei giochi fatti consistevano nel pronunciare il proprio nome, mettersi in ordine in base all’età o scrivere il proprio nome su un pezzo di carta e cercare di scoprire a chi appartenesse. (Plaza Tirso de Molina)

“TROVARE LE NOSTRE RADICI COMUNI”

P1070181.JPG

A partire da una conversazione con un partner, ogni partecipante ha annotato cinque cose in comune con lo stesso. Una volta che ogni partner abbia identificato cinque punti in comune, si procede a creare una nuova partnership. I partecipanti continuano a ripetere questo passaggio fino a quando non si arrivi ad identificare cinque nuove persone con cui si hanno connessioni. Le caratteristiche comuni che sono uscite da questo gioco sono state scritte su un cartellone raffigurante un albero. (Hall dell’Ostello)

 

0dde2093-192a-48d7-a2ae-df85b6df9dbc

“ORIENTEERING: ALLA SCOPERTA DELL’ARCHITETTURA DI MADRID”

Con una mappa in cui erano segnalati diversi punti della città, i gruppi dovevano andare in giro per indovinare le influenze europee sui monumenti spagnoli. Abbiamo dato a ciascun gruppo una mappa in cui ogni punto/monumento conteneva una descrizione di un edificio. I partecipanti hanno intuito quale monumento spagnolo fosse simile ad un altro monumento specifico presente in un altro paese dell’UE. (Città di Madrid)

 

“CAMMINARE CON LE SCARPE DELL’ALTRO. UN ESERCIZIO DI EMPATIA”P1070189

I partecipanti si sono messi in linea, al centro della stanza, tenendo le mani l’uno dell’altro. Ognuno di loro aveva un foglio che descriveva una persona attraverso alcune caratteristiche di base e doveva rappresentare la persona descritta sul loro foglio. Il gioco è partito così: i partecipanti che avevano un foglio che diceva che fossero maschi, hanno dovuto fare un passo in avanti. Quelli che avevano un foglio che diceva che fossero donne, non potevano muoversi. Il gioco è proseguito con altre caratteristiche (colore della pelle, religione, educazione, orientamento sessuale, stato sociale/politico…) ed i partecipanti si sono spostati in avanti o indietro a seconda delle caratteristiche riportate sui rispettivi fogli. (Plaza Tirso de Molina)

“PAROLE UNICHE: LA RICCHEZZA DELLE LINGUE DELL’UNIONE EUROPEA”

P1070259

 Alcune parole sono intraducibili in altre lingue: questo gioco ha aiutato i giovani ad imparare nuove parole che hanno un significato specifico ed unico, e che, per questa ragione, non possono essere tradotte in altre lingue europee. I partecipanti sono stati divisi in squadre ed ognuno ha creato un’opera d’arte per rappresentare la parola della propria squadra. Ogni squadra ha raffigurato la propria parola in modi differenti: attraverso un disegno, una coreografia, una “scultura” realizzata con materiali semplici. (Hall dell’Ostello)

“L’ORIGINE DELLE LINGUE”

 L’Europa trova la sua ricchezza nella diversità delle lingue e delle culture. Tuttavia, molte lingue sembrano simili perché condividono radici comuni. Attraverso la mappa dell’origine della lingua, i partecipanti, separati in gruppi di diverse nazionalità, hanno dovuto riempire gli spazi vuoti blu dell’albero, al fine di mettere le diverse lingue parlate nel punto giusto. Più tardi, abbiamo fatto un breve quiz sull’Europa, con diverse domande sulle istituzioni europee (Hall del’Ostello).

 

“COSTRUIRE CONOSCENZA ATTRAVERSO IL CINEMA E LA FOTOGRAFIA”P1070345

I partecipanti hanno compreso il movimento Movida e la sua concezione artistica attraverso il documentario «Costus, el documental» di Ernesto de Chicote. L’attività che ha seguito il documentario è consistita in un concorso fotografico in cui i partecipanti hanno avuto l’opportunità di esplorare il Barrio di Malasaña, ovvero il cuore della Movida. I giovani hanno scoperto il movimento attraverso i negozi alternativi e la Street Art; inoltre, hanno cercato di creare immagini ispirate al movimento La Movida. (Hall dell’Ostello + Barrio Malasaña. 120 min)

 

2ab40f07-62eb-44c7-9ffe-d35f6978f500“UNA PASSEGGIATA ATTRAVERSO LA LETTERATURA”

Questa attività consisteva in una caccia al tesoro nel Barrio de Las Letras, e riguardava il patrimonio culturale letterario. I partecipanti sono stati divisi in squadre e hanno dovuto rispondere a domande/risolvere enigmi riguardanti famosi autori spagnoli. Per ottenere le risposte/soluzioni, i partecipanti dovevano camminare per le strade del Barrio de Las Letras al fine di trovare le risposte corrette. Tutti i percorsi erano relativi alla Letteratura. (Barrio de las Letras, 120 minuti)

 

 

IMG_1127“PUZZLE PAINTING: RICOSTRUIRE L’ARTE”

Ogni gruppo ha ricevuto una copia di 3 famosi dipinti, di diversi pittori/paesi/epoche/stili. Questi dipinti sono stati tagliati a pezzi, come un puzzle: le squadre hanno dovuto ricostruire i dipinti, ricomponendo i pezzi dei 3 diversi puzzle. Nella parte posteriore di ogni dipinto era presente un tag line che descriveva il dipinto, contenente i dati del dipinto: Nome dell’autore, Paese, Anno, Tecnica d’arte, Luogo di esposizione. Questi elementi mancavano e le squadre dovevano cercare di indovinare la soluzione giusta. (Hall dell’Ostello)

 

“VISITA DEL NOSTRO PATRIMONIO CULTURALE”

I partecipanti sono stati accompagni da un esperto in un tour per visitare l’area monumentale e i luoghi emblematici della città di Madrid (il Palazzo Reale, la Plaza de Oriente, la Plaza de España e il Templo de Debod). Una passeggiata in cui hanno scoperto il valore del patrimonio culturale e l’importanza di preservarlo in modo che possa essere custodito nella memoria collettiva dell’Europa. (Centro città di Madrid)

“GIOCO DI GRUPPO FINALE”

04d7b70a-4cb5-4c99-8806-050bb5cbdc12

 Ogni partecipante aveva un pezzo di carta sulla schiena in modo che gli altri potessero scrivere messaggi. Abbiamo dato loro dieci minuti per andare in giro per la stanza e scrivere qualcosa che apprezzano di ogni persona conosciuta. (Hall dell’Ostello)

 

 

 

 

IMG_1387“Evento pubblico finale: MOSTRARE SE STESSI ATTRAVERSO LA MUSICA”

La musica è sempre stata uno strumento potente per unire le persone e diffondere messaggi in modo universale. Ogni gruppo nazionale ha pensato ad una canzone famosa del proprio Paese che ne rappresentasse la storia/cultura/folclore. Tutti i gruppi hanno dovuto imitare/impersonare la canzone attraverso una breve coreografia, mentre la canzone veniva riprodotta da alcuni altoparlanti. La performance si è svolta in uno spazio pubblico, in modo da coinvolgere i cittadini e diffondere gli obiettivi del progetto. (Templo de Debod)

 

 

CERIMONIA D’ADDIO:  CERTIFICATI YOUTH PASS 

2e11211b-54d8-47a5-913b-0c42901c9954

 

INTERVISTA IN RADIO

Abbiamo avuto l’opportunità di visitare una radio locale di Madrid e di parlare di MAD for Culture. È stata una bella esperienza ed abbiamo avuto una grossa ripercussione anche sui social media. Abbiamo partecipato al programma “Extraordinarios”.

Se vuoi ascoltare questa intervista, clicca qui:

https://www.m21radio.es/podcast/extraordinarios/extraordinarios-19112018

9904ee57-848c-40e2-9c1e-5d5bb6e6413d

 

PRANZI E CENE

Ogni giorno venivano organizzati pranzi e cene a tema per ogni Paese di provenienza dei partecipanti. In totale, 9 pranzi e cene:

Domenica 18 novembre: cena spagnola

Lunedì 19 novembre: pranzo italiano e cena portoghese

Martedì 20 novembre: pranzo polacco e cena greca

Mercoledì 21 novembre: pranzo spagnolo e cena francese

Giovedì 22 novembre: Packed lunch e cena tedesca